Credenzina in stile chippy

 

photostudio_1465213838944

Insomma, in questi giorni di vacanza mi sono accorta di avere più restyling da racconatrvi che non quelli già caricati. Eh va beh… cercherò di recuperare! Siete pronti?

Ho deciso di cominciare con questa simpatica credenzina in legno, dal sapore un pò vintage, ma che ho voluto recuperare un uno stile “soft” chippy che mi piace tanto e che trovo si adatti bene in qualsiasi ambientazione, ma con misurazione! 😉

Durante tutti gli anni di restauro di mo padre, sono girati per casa veramente un sacco di mobili e pezzi interessanti, ma ogni tanto arrivava anche qualche “brutto anatroccolo” a cui nessuno si interessava. Fu questa infatti la storia della mia credenzina, arrivata dritta dritta dalla Romania di un colore senape improponibile ed anche un pò malmessa. Ha visto una sua prima trasformazione con un look total white che tanto mi aveva preso negli anni di gioventù (ahahah..) e poi rivisitata come la vedete oggi.

Abbiamo detto uno stile “soft” chippy, quindi Milk Paint Lavender con shock termico per cassetti e sportelli rifiniti semplicemente con cera neutra e bianca Painting The Past.

Per darle un pò di vitalità e renderla meno seriosa ho realizzato per il ripiano un telaietto in legno dove ho alloggiato delle mattonelline decorate a mano sui toni della credenza. Ve le ricordate quelle mattonelline? Erano una rimanenza del tavolo del mio soggiorno in noce 😉

Se vogliamo i pomellini sono un pò “country” per lo stile, ma hanno una storia che li lega profondamente a questa credenzina, per cui restano lì!

Altro colore con gli accessori all’interno della vetrina… e pronta per essere presentata!

 Claude

 

Morbida cassetta

 

photostudio_1471071289138

Ecco… sono veramente imperdonabile! Ultimo articolo del blog datato 19 Giugno 2016??? Non si può… senza neanche due paroline sul periodo natalizio, gli appuntamenti dei mercatini, le creazioni “Maison Claude for Christmas”… insomma, il silenzio assoluto. Eh… perdonatemi, ma a volte mi faccio prendere dalla comodità ed immediatezza di cellulare e social media e trascuro vergognosamente la mia prima e più amata creatura.

E va bene… basta con i piagnistei e cerchiamo di metterci in pari con le mille mila cose che avrei da raccontarvi! 🙂

E riparto con lei! Questa vecchia cassetta in legno, meravigliosa, fatta apposta per raccogliere ricordi e segreti preziosi.

E’ stata una scoperta dell’ultimo secondo! In uno di quei giorni di mercatino che aspetti con impazienza. Poi all’improvviso le nuvole, la pioggia, il fuggi fuggi delle bancarelle, la corsa sotto i portici e l’afa disarmante che solo le nostre città di pianura sanno dare dopo un acquazzone estivo. E così la disfatta… ti rassegni e ti avvii mestamente verso il parcheggio con l’amaro in bocca per il mancato piacere di perdersi in mezzo ai tesori della piazza.

Ma poi… all’improvviso… in uno dei pochi banchi di coraggiosi rimasti vedi lei. Zitta, zitta in mezzo a tante altre bellezze da scoprire. Lì, pronta. Solo da contrattare e portare a casa.

E così è stato! Mi piace pensare che negli anni abbia conservato chissà quali tesori e chissà di chi. Che abbia girato il mondo custodendo oggetti di famiglia. Che sia passata di generazione in generazione fino a giungere tra le mie mani, nella mia home.

Pronti? Via! Il suo aspetto non lasciava dubbi nè riflessioni! Solo un chippy look delicato, delicato, poteva ridarle luce ai miei occhi. Nessun ripensamento! Nessuna alternativa!

Realizzazione:

  • pulizia approfondita e sgrassatura di vari aloni misteriosi
  • leggera carteggiata per eliminare una finitura troppo scura che nascondeva delle belle venature del legno
  • e lei, la magica Milk Paint nel suo splendido colore Farmhouse White
  • shock termico e spatola per le scrostature piccole e delicate che tanto mi piacciono!
  • un leggero velo di cera neutra Painting The Past per sigillare il tutto

Ovviamente non potevo che mantenere la sua maniglia originale in latta e la chiave della serratura ancora funzionante.

Così la volevo… morbida, delicata, antica. Pronta ad accogliere nuovi ospiti da custodire. 🙂

Claude

Pallet tutto fare

 

photostudio_1462644947688

Levigare in generale, ma i pallet in particolare, è sempre una gran fatica, ma ne vale assolutamente la pena!! 😉

photostudio_1462648299344

Sono tantissime le soluzioni che possiamo mettere in atto con questi semplici ma straordinari supporti! Io avevo bisogno di una cosina semplice, ma carina per rifinire la parete del mio balcone.

Ho scelto per lui uno stile assolutamente “classico” in tema shabby. Mensoline, colore tortora e stencil.

Realizzazione:

  • Levigatura accuratissima (uff… !!!)
  • Posizionamento listelli in legno inferiori per creare la mensolina
  • Lavaggio scuro con Graphite di Chalk Paint
  • Colore pieno con Algonquin di Fusion
  • Stencil con Original White di Chalk Paint
  • Grattatine e spazzolate strategiche per risalita fondo (post colorazione 😉 )
  • Cere neutra e dark AS

Delizioso, non trovate? Il mio balcone ha apprezzato! 🙂

Claude

Scrigni preziosi

photostudio_1462001778028

Tempo fa, quando facevi un giretto per le piazze nei vari mercatini dell’antiquariato, non era raro trovare un oggetto meraviglioso come le cornici a teca. Oggi è diventato sempre più difficile, purtroppo quasi impossibile a prezzi accettabili, praticamente un miraggio l’affare.

Questo bellissimo esemplare, proviene da un mercatino della Provenza, dove una mia cara amica era in vacanza e lo ha scovato in mezzo ad altre cornici. Peccato che non fossi con lei… sai che scorpacciata!! Ma grazie a Cinzia è giunto tra le mie mani!

Pezzo bellissimo, in legno massello, dai decori stupendi ed anche tanto tanto tanto sporco! ahahah… 🙂 Pulirla è stata una fase complessa, rilievi numerosi ed elaborati, nascondevano polvere vecchia di anni ed attaccata in ogni angolo.

La sua struttura era raffinata e grezza al tempo stesso. E così elaborata, per me, non poteva che diventare bianca. Ma un bianco caldo, morbido, accogliente… di quelle patine burrose che mi fanno sognare, dal sapore antico, nostalgico e poetico.

E quindi, dopo un’accurata remise à neuf, e trattamento del legno per effetto invecchiato  con spazzolatura per apertura delle venerature (solo all’esterno ovviemente), ho iniziato la fase decorativa.

Chalk Paint Original White, senza ombra di dubbio… era il suo! Colore pieno per l’interno ed un lavaggio leggero per l’esterno dove ho preferito lasciare a vista le bellissime venature del legno.

Per la patina è stato un susseguirsi delle mie amate cere: neutra di AS come base e poi via via Dark AS , Old White, Bianca e Cement di PTP; all’inizio con un ordine ben chiaro, ma poi a sentimento dove le sentivo meglio. Decisamente tanti ritocchi per darle anche la luce ed il movimento che richiedono le patine sui colori pieni ed omogenei.

Cosa vi posso dire? Innamorata… ovviamente! 🙂

Claude

Letto Ikea? Perchè no!

photostudio_1460984402271

Anche un semplicissimo letto Ikea può dire la sua! Se non abbiamo voglia di investire troppo in un letto perchè non sappiamo se sarà eterno, o semplicemente ci piace il modello, ma in legno grezzo non ci soddisfa, beh… basta prendere in mano i pennelli no?!

 

Un lavorettino semplice semplice per questo letto, ma che nel complesso lo rende grazioso e piacevole! 🙂

Ho utilizzato un solo colore; un verde dalla tinta delicata ed uniforme ed ho pensato di finire la struttura con uno stencil “a scalare” nella testa per darle un pò più di perosnalità e movimento.

Realizzazione:

  • Colore Inglenook di Fusion Mineral Paint
  • Stencil “a scalare” con Original White di Chalk Paint
  • Finitura a cera neutra AS

 

Questa è una proposta facile e veloce. Realizzatelo anche voi e vedrete come ne sarete soddisfatti!! Sogni d’oro… 😉

Claude

 

Specchio, specchio delle mie brame…

photostudio_1460488793341

… cosa ti faccio? Oooh… ci ho dovuto pensare parecchio perchè lo stile di questo specchio era davvero impegnativo! Molto lavorato, molto particolare, se vogliamo anche un tantino kitch!

photostudio_1460315868785

La realizzazione doveva essere dunque monocromatica ed indubbiamente con una tonalità chiara e tenue. Così ho deciso di lavorare solo sui toni dei bianchi: chiari, viranti al grigio e più caldi e lasciare spazio alle cere per la finitura.

Ho lavorato molto sui rilievi e sui passaggi di cera. Perchè essendo così tenue dovevo dare movimento e luce sulle curve altrimenti sarebbe stato troppo “spento”.

Tra colori pieni, dry brush, sfumature e ritocchi, cere neutre, bianche, old white, è stato un sussegguirsi di cambi pennello e pannetti.

Realizzazione:

  • Restauro parziale della parti mancanti
  • Minuziosa pulizia e lavaggio supporto
  • Vernici: Muslin di Painting The Past, Champlain di Fusion Mineral Paint ed Original White di Chalk Paint
  • Cere PTP: neutra, bianca ed old white
  • Cera neutra AS

Per me ne è valsa la pena! 🙂

Claude

Bobine che passione! Progetti n.4 e 5!

Inutile che stia a ripetere quanto ADORO le bobine da elettricista!! Una passione viscerale… che se poi è condivisa con altre appassionate del “genere” diventa quasi follia colletiva! ahahah…  🙂

Infatti, queste due nuove realizzazioni, hanno raggiunto due bellissimi garden per essere godute nelle sere d’estate con aperitivi e cene con amici.

Per entrambe la stessa procedura:

  • messa in “tiro” delle strutture che erano parecchio strampalate (!!)
  • restauro parziale delle parti lignee mancanti
  • levigatura approfondita e regolarizzazione dei piani circolari
  • base di colore scuro con lavaggio di Chalk Paint Graphite
  • cera scura Dark AS per evidenziare le venature del legno e far scrostare la successiva vernice
  • vernice alla caseina Milk Paint con sbalzo termico per un effetto chippy vintage
  • finitura accurata con protettivo trasparente effetto satinato

Michela la desiderava bianca e Giorgia scura. E così ho scelto un romantico Farmhouse White per la prima ed un bellissimo grigio militare Trophy per la seconda.

Mi piaccionoooo!!!! Vengo anche io a fare l’aperitivo ragazze! 😉

Thanks to Michi e Giorgia!

Claude

Un sogno di cassetto!

photostudio_1460631269399

Ecco, questo è proprio il caso di dire che per me il sogno è il cassetto!

Un mobiletto delizioso, elegante e dalle linee sinuose e particolari; uno splendore insomma che ho pensato di rivisitare con una trasformazione liscia e monocolore, valorizzata da uno stencil importante su quello squisito cassetto. Ed il pomello? Anche lui particolare ed in linea per un risultato un pò originale! 😉

 

photostudio_1460803919109

Dopo la consueta pulizia e sgrassatura delle superfici, invece di applicare l’aggrappante che rischiava di lasciarmi qualche segnetto sotto le successive mani di vernici, ho preferito carteggiare perchè il supporto aveva una finitura molto liscia e laccata.

E quando si parla di liscio ed omogeneo per me si traduce con vernici Fusion Mineral Paint. Una texture leggera, uniforme, appunto liscia e “sottile”. Un solo colore Cathedral Taupe, bellissimo!

A quel punto tutto si doveva giocare sul cassetto. Ho scelto un colore dal contrasto forte, un nero: Coal Black. Lo stencil ovviamente dello stesso colore del corpo.

Lo stencil non è stato semplicissimo da realizzare perchè il cassetto seguiva la forma di tutto il mobile, quindi con un’accentuata curvatura, ed essendo il disegno così dettagliato, vi lascio immaginare le maledizioni…!! 🙂

Perfettamente simmetrico, e coronato, esattamente al centro, da un pomello particolare (per me stupendo!) in vetro e metallo, firmato Zara Home.

Per la finitura ho scelto le cere: per il corpo neutra come base ed una meravigliosa perlata di Painting The Past. Adoro questa cera, affascinante ed elegante… mi fa sognare. Per il cassetto, solo neutra.

Dove lo metti sta bene! All’ingresso, nella zona giorno, in camera, in bagno… un assoluto passepartout! 😉

Claude

Il brutto anatroccolo…

photostudio_1459587912281

… si trasforma sempre in cigno? Poeticamente si! E permettetemi la presunzione di pensare che sia successo anche questa volta. 🙂

Ti ho incontrato un sabato pomeriggio, per caso, mentre uscivo da un mercatino dell’usato. Eri lì, in un angolo, solo e spaiato, ma mi hai guardato, ti ho visto ed è stato un colpo di fulmine! Eri sporco, zoppo e con lo sportello smontato, ma mi sei piaciuto tanto e ti ho portato a casa con me!

photostudio_1457471388801

E’ così che succede quando si viene folgorati da un pezzo che troviamo durante le nostre ricerche. Se ad un occhio meno esperto può sembrare una mucchia di legna ardere, noi no… noi vediamo il potenziale, vediamo il dopo, vediamo già come sarà!!

E proprio così è successo con questo comodino modello “fratino”.

Una linea severa, ma romantica al tempo stesso. Poetico, delicato… poteva solo diventare una delizia 😉

Ho dovuto procedere con un restauro parziale perchè era mezzo smontato e completamente incartato di una bruttissima carta per cassetti. Super pulizia per lui, sgrassatura e tanto compressore per liberarlo dal disprezzo del tempo.

La fase di preparazione l’ho terminata con una carteggiata generale anche all’interno per regolarizzare una texture piuttosto imperfetta e grezza.

Un modellino in queste condizioni andava a nozze con una realizzazione in assoluto chippy look! E quindi via a vernici alla caseina Milk Paint ed alle sue magnifiche scrostature! Ho scelto due colori; leggeri, freschi e delicati: Farmhouse White per il corpo e Lavender per lo sportello ed il cassettino. Per l’interno un bianco puro per amplificare leggerezza e luce.

 

Finitura a cera: neutra e qualche tocco di bianca, tutto Painting The Past.

Non so voi, ma io lo adoro! Strano eh? 😉

Claude

Bobine che passione: progetto n.3

photostudio_1457988882712

E visto che sono in vena di aggiornamenti a go go… vi presento il terzo restyling di una bobina da elettricista!

In questo caso c’è stato poco da riflettere perchè la richiesta era chiara: TOTAL WHITE, bianco puro ed assoluto.

E così è stato! Ho optato per mantenere la struttura della bobina un pò rustica in modo da contrastare con il bianco assoluto e, sempre per questo scopo, ho scelto piedini classici e dalla linea morbida per slanciarla da terra e darle movimento.

Per la realizzazione:

  1. Levigatura
  2. colore Pure White di Chalk Paint
  3. Finitura con flatting effetto satinato

Mai pensare che un total white sia scontato, nè “ingessato”, nè tanto meno banale!

Nella nuova collocazione della sua home ha trovato sicuramente la sua massima espresione; con quella parete dietro e lo stacco dal pavimento… stupenda! 😉

Un nuovo grazie a Michela e Lorenzo!

Claude